Tasse comunali, Gorizia seconda in Italia

classifica
La Cgia Associazione Artigiani e Piccole Imprese di Mestre ha pubblicato i dati di un’indagine sulla pressione tributaria locale a carico dei cittadini italiani. Gorizia, con 169 euro di tasse comunali per ogni cittadino, è il secondo comune italiano meno tassato, oltre a staccare gli altri comuni capoluogo del Friuli Venezia Giulia: Trieste (470 euro pro capite), Udine (342) e Pordenone (405).
«Non si tratta di un dato casuale – commenta il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli – ma del frutto della politica amministrativa comunale volta a tagliare gli sprechi e non mettere le mani nelle tasche dei cittadini. Abbiamo risparmiato milioni di euro l’anno con interventi sulla macchina amministrativa e sui costi della politica riducendo, caso rarissimo in Italia, anche le indennità di Sindaco e di assessori. Ciò ci ha permesso anche di cancellare nel 2012 l’addizionale IRPEF introdotta nella precedente legislatura dall’amministrazione di centro sinistra».
I risultati dell’analisi sono però precedenti alle ultime due manovre economiche del governo Berlusconi e al decreto “Salva Italia” del governo Monti. Resta da capire perciò l’impatto del tentativo di salvataggio dell’Italia dalla crisi economica sul comune di Gorizia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *