Stazione, controlli in aumento

Giornate di controlli straordinari per la Polfer di Gorizia. L’attenzione degli agenti si è concentrata sia sui bagagli sia sui viaggiatori, oltre a specifici servizi di contrasto all’uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti, anche grazie all’aiuto di unità cinofile delle Fiamme gialle. Complessivamente sono state identificate ventitré persone, e alcune sono state sottoposte a controlli più specifici. Tra queste un cittadino straniero, residente in provincia di Udine, è stato trovato in possesso di una modica quantità di sostanze, e quindi segnalato alle autorità. Ma l’attenzione della Polfer si sta concentrando in questo periodo anche nell’ambito dei servizi di contrasto all’immigrazione clandestina, diversificando gli orari dei controlli per riuscire a monitorare i flussi degli arrivi di richiedenti asilo. Una precisa risposta da parte della Questura di Gorizia alle richieste del sindaco Romoli che puntavano proprio a un incremento dei controlli nella zona della stazione ferroviaria, con una attenzione particolare ai nuovi arrivi di richiedenti asilo nella nostra città. I controlli della Polfer proseguono infine anche ai depositi di rottami ferrosi in tutto l’Isontino, con attenzione al rame di provenienza furtiva, fenomeno che attualmente interessa l’intera infrastruttura ferroviaria nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *