Sorrisi a cavallo del confine

Il sorriso di un bambino può superare barriere fisiche e mentali? A detta degli organizzatori della mostra “La via dei sorrisi” la risposta è sicuramente affermativa. Inaugurata ieri in piazza Transalpina dai sindaci di Gorizia Ettore Romoli e di Nova Gorica Matej Arcon, l’esposizione è stata pensata per essere presente in entrambe le città confinarie: è stata quindi allestita lungo le vie Gabriele, in Italia e Erjavceva, in Slovenia. Ad essere rappresentati sono appunto i sorrisi, nelle foto degli alunni di tre scuole, la primaria “A. Pecorini” T.P. di Straccis a Gorizia, la primaria Milojka Strukelj di Nova Gorica, e la primaria Korara di Nova Gorica. La vera e propria attività fototerapeutica proposta nelle tre scuole ha previsto una serie di incontri e laboratori presso i parchi di Piuma e di Palazzo Coronini , con scambio finale delle foto incorniciate dei loro sorrisi. Infine sono stati scelti 60 scatti che formano i 20 fogli trasparenti che tutti, anche chi viene fuori da questa zona che fu terra di odio, potrà ammirare in un clima di rinnovata collaborazione e fratellanza tra i popoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *