Società fallita, due denunciati

Due coniugi goriziani (non sono state fornite le generalità) che per anni hanno amministrato una società operante nel settore delle energie rinnovabili e dell’impiantistica elettrica, sono stati denunciati per “bancarotta fraudolenta documentale, patrimoniale e preferenziale, nonché per aver aggravato il dissesto dell’impresa, quantificato in 300 mila euro, astenendosi dal presentare richiesta di fallimento in proprio”. Questo quanto emerso dalle indagini della guardia di finanza di Gorizia, coordinate dal sostituto procuratore Laura Collini. La società era stata dichiarata fallita nel 2013. “Le indagini -si legge nel comunicato delle fiamme gialle- hanno permesso di accertare che i due soggetti, consapevoli dello stato di insolvenza della società, anziché ricorrere agli strumenti legali di risoluzione della crisi, hanno proseguito l’attività operando distrazioni patrimoniali per 172 mila euro, eseguendo pagamenti preferenziali per 50 mila, e occultando parte delle scritture contabili in modo tale da impedire al curatore fallimentare di ricostruire l’esatta situazione economica, finanziaria e patrimoniale della fallita società”. Sempre da quanto emerso dalle verifiche sarebbero stati riscontrati debiti tributari per oltre 50 mila euro. Ed evasione dell’Irpef per 63 mila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *