Sequestrati profumi contraffatti

E dopo il Governo vorrebbe sguarnire i nostri ex confini. La guardia di finanza di Gorizia ha sventato un traffico illegale di profumi contraffatti di prestigiosi marchi, sequestrando al valico di Sant’Andrea, e successivamente a Torino, ben 1.200 confezioni. La merce proveniva dall’Ungheria e doveva essere commercializzata in Italia, e in particolare nel torinese. Responsabili dell’attività illecita due macedoni, residenti nel capoluogo del Piemonte. Sono stati denunciati per introduzione nel nostro Stato e commercio di prodotti con segni falsi. Uno anche per il possesso di patente di guida falsa. I due macedoni, titolari di un’attività commerciale operante nel settore dell’abbigliamento ed accessori, avrebbero messo in vendita i profumi acquistati a Budapest nei mercatini rionali della provincia di Torino con evidenti guadagni, e attuando una concorrenza sleale. Le perizie effettuate in collaborazione con le aziende danneggiate, hanno confermato la falsità dei prodotti. Prodotti sequestrati al valico di Sant’Andrea e successivamente anche nel torinese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *