«Scuola, serve più trasparenza»

Più trasparenza nelle scelte dell’ufficio scolastico provinciale. Su questo aspetto si concentra l’appello della Cgil scuola di Gorizia e del suo segretario Fabrizia Perco, che ritorna sulla recente nomina di una doppia reggenza per gli istituti comprensivi di San Canzian e di Grado, dove sarebbero in arrivo due dirigenti scolastici già impegnati su un doppio fronte. «La mancata trasparenza su alcune operazioni dell’Ufficio scolastico provinciale è purtroppo un dato di fatto» ha aggiunto Perco, «le nomine sia chiaro sono più che lecite, ma vorremmo che ci fosse una maggiore chiarezza su quelli che sono i criteri attraverso i quali l’Usr è arrivato a tali nomine. Il problema dell’assegnazione delle supplenze è invece complicatissimo, al punto che nemmeno dall’Ufficio scolastico provinciale siamo riusciti ad avere dei riferimenti numerici sul fenomeno. Certo è che l’applicazione delle norme della Buona scuola non ha facilitato le procedure rispetto agli anni precedenti, e anzi ha complicato l’assegnazione delle docenze. In questo marasma orientarsi diventa molto difficile, credo di non aver mai assistito a un’annata così».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *