Scoperto pesce mal conservato

Operazione congiunta della capitaneria di porto di Monfalcone e dell’azienda sanitaria 2 “Bassa Friulana-Isontina”, che hanno sequestrato 150 chili di tonno, salmone, branzino, sarde e gamberi mal conservati. L’operazione si è consumata all’interno di un non meglio precisato centro di grande distribuzione della nostra provincia, dove è stato accertato che il pesce veniva conservato a temperature superiori rispetto ai limiti previsti dalla normativa, compromettendo così il mantenimento del prodotto ittico e causando un cattivo stato di conservazione, a discapito dei consumatori. L’azione tempestiva dei militari ha permesso di bloccare il prodotto ittico in cattivo stato di conservazione prima della commercializzazione. Continua incessante il lavoro dei militari della capitaneria di porto sui controlli sulla filiera della pesca, a tutela dei consumatori e della legalità nella commercializzazione del pescato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *