Scene d’altri tempi

Portare oltreoceano il vino e la storia del nostro territorio. È questo l’obiettivo di “Wine skyview of Collio”, la serie di cortometraggi ambientati tra Gorizia e i vigneti del Collio. Una serie di riprese che ha animato per un giorno anche via Rastello, grazie ai rievocatori di Arma antica e dell’associazione Isonzo, oltre ai Tamburini di Gorizia, ai mezzi della Seconda guerra mondiale forniti dal Gas club auto moto storiche e a un rappresentante del “Great generation Airborne Renaction group” in divisa Blue Devil, l’88esimo Fanteria che fu di stanza nella nostra città. Le scene girate in via Rastello saranno inserite nel secondo cortometraggio di “Wine skyview of Collio”, progetto nato da una idea di Flavio Chianese, goriziano classe 1970, dopo il primo video aereo realizzato grazie ai velivoli ultraleggeri dell’Aeroclub dell’aeroporto Duca d’Aosta e già trasmesso dall’emittente statunitense “Wine channel Tv” di Chicago. Sempre nel secondo corto saranno poi inserite le scene girate al Castello di Spessa con comparse in abiti veneziani del Settecento. Il progetto, che accanto a Chienese vede impegnate decine di volontari, conta anche sul supporto del videomaker Gianluca Milocco e del fotografo Massimo Coloso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

Clicca su un’immagine per ingrandirla. Muoviti tra le immagini con le frecce della tastiera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *