Scandalo vaccini, rischio in Fvg

Seimila bambini potrebbero essere richiamati dall’azienda sanitaria Medio Friuli per verificare l’effettiva vaccinazione a opera dell’infermiera friulana attorno alla quale è scoppiato lo scandalo dei vaccini in Veneto. L’infermiera, prima di lavorare in Veneto, aveva infatti operato per ben sei anni, dal 2009 al 2015, nel distretto sanitario di Codroipo. Lo scandalo scoppiato in Veneto riguarda l’accusa formulata dalll’Ussl di Treviso nei confronti dell’infermiera, che invece di vaccinare i bambini avrebbe gettato le fiale, facendo insospettire le colleghe perché i bimbi che le venivano affidati per l’iniezione non piangevano. Inevitabili, a questo punto, i controlli per fare luce sull’intera faccenda. Mentre in Italia si riaccende più acuto che mai il dibattito tra favorevoli e contrari alla vaccinazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *