Roaming addio

Effettuare e ricevere chiamate dall’estero non sarà più un pericolo. E non lo sarà nemmeno inviare sms oppure navigare su internet. L’unione europea ha deciso infatti di abbattere le cosiddette spese di roaming, che facevano lievitare i costi di chiamate, sms e traffico web quando ci si trovava all’estero. Oppure, come accade spesso ai goriziani e a chi vive in zone di confine, quando il segnale telefoniche che arriva dalla Slovenia, nel nostro caso, interferiva con quello delle compagnie italiane. Accadeva così che senza accorgercene rischiavamo di prosciugare la sim macinando dati e traffico come se ci trovassimo all’estero. Al momento le spese per il roaming sono state azzerate nei 28 Paesi dell’unione europea e a breve lo saranno anche in Norvegia, Liechtenstein e Islanda, ma non in Svizzera. Il traffico che consumeremo all’estero sarà quindi contabilizzato come nazionale, senza costi aggiuntivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *