Riaperta Piazza Vittoria

Lavori a tempo di record. Cantiere chiuso con oltre dieci giorni di anticipo sulla scadenza ultima, prevista il 24 settembre per l’inizio di Gusti di frontiera. E automobilisti goriziani sollevati dalla riapertura della strada, e soprattutto dal dover evitare di costeggiare l’isolato o scegliere altri percorsi per spostarsi verso la zona nord della nostra città. Insomma, indubbiamente una buona notizia la riapertura al traffico lungo la via che costeggia piazza Vittoria, dove sono stati da poco terminati i lavori di rifacimento del manto stradale in seguito alla penosa situazione in cui la stessa strada versava nell’ultimo periodo. Un destino quasi già scritto, verrebbe da pensare, dopo che fin dai primi giorni che seguirono l’inaugurazione della piazza i cubetti di pietra di arenaria iniziarono a mostrare i primi segni di cedimento al passaggio dei mezzi più pesanti. Da quelle immagini iniziali al groviera di qualche mese fa il passo è stato breve, ahi noi. Buche e piccoli crateri che avevano trasformato la strada in una pista da sterrato, avevano costretto l’amministrazione a correre ai ripari prima con un limite di velocità di 30 chilometri all’ora, al momento ancora in vigore, e in seconda battuta con un appalto per il rifacimento del manto stradale. Ci voleva. Ora la strada si presenta con un pavé in porfido del Trentino, lo stesso utilizzato in Corso Verdi, dove sta facendo dignitosamente il suo dovere. Il tratto di strada già realizzato, come da programma, è quello che va dall’incrocio con via Roma e via Oberdan fino all’incrocio con via Mameli. La parte restante, quindi da via Mameli fino a via Arcivescovado, sarà realizzata dopo Gusti di frontiera. Oltre al porfido, sono stati già sostituiti anche i cordoli sul lato della piazza, che anch’essi presentavano segni di danneggiamento. Al loro posto, dei più resistenti cordoli squadrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *