Reja: «Onorato dal premio della mia gente»

Edy Reja con il Premio Città di Gorizia

Edy Reja ha ricevuto ieri la dodicesima edizione del Premio Santi Ilario e Taziano – Città di Gorizia, annualmente assegnato a personalità legate alla comunità goriziana che, nell’ambito della loro professione, siano stati in grado di dar lustro alla loro città natale.
Arrivato in via Roma poco dopo le 4 del pomeriggio, Reja si è detto profondamente onorato e felice di ricevere il premio da quella che egli stesso ha definito la sua gente.
Presentato dall’Arcivescovo di Gorizia, Mons. Dino De Antoni, come un campione che ha saputo spendere la propria vita per Cristo, e dal sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, da cui è stato prima lodato per la vittoria nel Derby della Capitale, giocato lo scorso 4 marzo, e poi bacchettato per le sconfitte della Lazio negli ultimi due turni di campionato, Reja ha fatto trasparire dalla propria voce l’emozione di chi riceve un attestato significativo, che prova la stima di Gorizia nei confronti di Edy Reja.
Intervallato dall’esibizione di alcuni chitarristi appartenenti all’Istituto di Musica Città di Gorizia, il programma è proseguito con un divertente siparietto tra Roberto Collini, giornalista Rai, e Reja, che attraverso una serie di immagini proiettate sul fondo del palcoscenico, ha ripercorso le principali tappe della sua vita sportiva, dall’esordio con la maglia della Spal, al Verona, al Torino, proseguendo con le tappe, e soprattutto le promozioni, ottenute dalla panchina. Dal corso per allenatori seguito assieme a Marcello Lippi a Coverciano, ai recenti trionfi con Napoli e Lazio.
Ma la premiazione di Reja è stata anticipata dalla consegna di un riconoscimento alla carriera pubblica ad Antonio Scarano, che ha ricordato con piacere quei dodici splendidi anni passati con la fascia tricolore al petto, ricordando come quelli fossero, similmente a quelli odierni, tempi di rinascita e rivoluzione.
Per la consegna dell’edizione 2013 esiste già un candidato, espresso tra il serio e il faceto da Mons. De Antoni, che vedrebbe bene come premiato l’attuale sindaco della città, Ettore Romoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *