Redditi, il sostegno non arriva

Cittadini in attesa delle misure di sostegno al reddito. Sono centinaia i nuclei famigliari che all’interno del territorio dell’Uti “Collio-Alto Isonzo” attendono gli aiuti che invece sembra stiano stentando ad arrivare. Nei dieci mesi dall’ottobre 2015 all’agosto dello scorso anno, secondo i dati diffusi dal sindaco di Gorizia e presidente dell’Uti Ettore Romoli, sono stati erogati circa 3 milioni di euro a 880 famiglie del territorio. 63 le famiglie rimaste escluse. Dallo scorso mese di settembre, però, al sostegno regionale si è aggiunta anche una misura statale, facendo arrivare ai comuni già quasi quattrocento domande, alle quali è stato possibile rispondere solamente in parte per un un importo di appena 41 mila euro. Sono 54 infatti le famiglie che hanno ricevuto il contributo da settembre a gennaio. I ritardi sarebbero causati in parte dal numero di verifiche necessarie ad esaminare domanda per domanda, con il sostegno regionale che non sempre è compatibile con quello statale e viceversa. Il primo infatti può essere richiesto dalle famiglie che risiedono in Fvg da almeno due anni, con reddito inferiore a 6 mila euro, mentre il secondo è aperto alle famiglie residenti da almeno due anni anche in altre regioni italiane, con un reddito inferiore a 3 mila euro e con almeno un figlio minorenne, un figlio con disabilità o una donna in gravidanza. Un nodo che tra burocrazia e cavilli tecnici rischia di restare imbrogliato ancora a lungo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *