Raid, svaligiato Tomani

Hanno agito nella notta, senza farsi notare nonostante il negozio sia in pieno centro. E così sono riusciti a sottrarre al noto negozio di pelletterie “Tomani”, in corso Verdi, l’intera collezione invernale per un totale di 450 borsette e un controvalore pari a circa 70 mila euro, comprese duecento tra cinture, portachiavi e portafogli. Per entrare indisturbati, i malviventi si sarebbero aperti un varco da una finestra che dà su via Garibaldi, entrando nel negozio e nel magazzino. I movimenti dei ladri lascerebbero pensare che il colpo sia stato preparato con minuzia e grande attenzione ai particolari. «Grazie al cielo» ha commentato il presidente di Confcommercio, Gianluca Madriz, «Gorizia non si configura come una città ad alto livello di criminalità, ma i segnali come l’episodio che ha colpito la famiglia Tomani non vanno sottovalutati. Il presidio del territorio è una priorità, e un numero maggiore di passaggi di forze dell’ordine nelle ore serali e notturne garantirebbe più serenità e sicurezza a cittadini e operatori. Come presidente di Confcommercio mi attiverò perché a livello regionale si continui a garantire liquidità ai fondi a sostegno di investimenti per migliorare la sicurezza degli esercizi. E valuteremo se, a livello camerale o comunale, si possano attivare altri canali». Gli fa eco il presidente mandamentale dell’associazione dei commercianti, Gianmarco Zotter. «In altre province italiane» dice, «Confcommercio e questure hanno siglato veri e propri protocolli operativi per informare e formare gli esercenti sulla prevenzione e gestione di atti criminosi. Aumentare la sicurezza dei negozi vuol dire aumentare la sicurezza della città. Stiamo già valutando percorsi analoghi. Purtroppo questo episodio, che speriamo resti isolato, ne conferma la necessità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *