Radiohead e Verdi: gli eventi del 3 luglio

I Radiohead.
I Radiohead.
“Sapore di mare” è il titolo della mostra che sarà inaugurata oggi alle 18 alla Sala Git, all’ingresso principale della spiaggia di Grado. La mostra raccoglie le immagini pubblicitarie e gli scorci fotografici delle estati gradesi dalla fine degli anni Sessanta a oggi. Nella stessa occasione verrà inoltre presentato il volume “Ritorno a Grado più venti” di Antonio Boemo. Al Parco delle Rose, serata dedicata alla febbre da discoteca, con le migliori musiche anni 70, 80 e 90.
Concerto per la pace, invece, a Medea. La cantante Lena Chamamyan salirà sul palco dell’Ara Pacis Mundi alle 21.
A Gorizia, con il libro “Il confine orientale. Da Campoformio all’approdo europeo” di Giorgio Federico Siboni (giardino Leg alle 17.30), si parla dei rapporti diplomatici della Seconda Guerra Mondiale per seguire l’evoluzione della contesa del confine, fino ai rapporti odierni con l’Unione Europea, e quelli tra Italia, Slovenia e Croazia.
Alla Stazione di Topolò, continua l’improvvisazione teatrale del “Seven Days practice” e la musica elettronica con il corso di campionatura.
Il festival triestino del cortometraggio, Maremetraggio, propone oggi 12 opere, dai 60 secondi ai 20 minuti. Ambiente, omosessualità, guerra, amore a prima vista e cocomeri sono i temi principali dei cortometraggi, arrivati un po’ da tutto il mondo per la rassegna triestina. Le proiezioni si terranno a Trieste in Piazza Verdi alle 21.30.
Andiamo a Udine per gli ultimi due eventi del giorno. Alle 18 presso la Libreria Feltrinelli, Mac Randall, critico musicale newyorchese, presenterà “Exit Music, la storia dei Radiohead”. La biografia della band inglese da Creep, il singolo che ne decretò il successo tra il pubblico, a The Bends, che ne decretò quello tra la critica. Mentre alle 21 in Piazza Duomo “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi. Una delle tre grandi opere del compositore parmense. Esecuzione a cura della Società Filarmonica, dirige il maestro Alfredo Barchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *