Quote Apt verso Iris

Nuovi passi avanti nel processo di dismissione dell’ente provincia di Gorizia. La delegazione dei 25 sindaci dell’isontino ha incontrato ieri a Trieste, nella sede del consiglio regionale, la presidente della Regione Debora Serracchiani per intavolare la discussione sul futuro delle quote societarie di maggioranza dell’Apt, quantificate nel 51 percento, migrate dalla ormai ex provincia di Gorizia alla Regione stessa. Nel corso del vertice triestino, come riferito attraverso una nota, la presidente Serracchiani avrebbe offerto alla delegazione «la disponibilità a valutare la proposta dei sindaci isontini di trasferire ai comuni stessi le quote dell’Azienda Provinciale Trasporti S.p.a. di Gorizia». Al colloquio ha partecipato anche l’assessore regionale alle finanze, Francesco Peroni. La delegazione dei sindaci ha illustrato la richiesta di «acquisizione delle quote di Apt già della provincia di Gorizia e attualmente in capo alla Regione» si legge ancora nella nota, «aggiungendosi al 18 percento già indirettamente detenuto dai comuni, che intendevano inizialmente porre tale quota in vendita. Il pacchetto di azioni sfiorerebbe la consistenza del 70 percento». «Il nostro obiettivo» ha spiegato la presidente Serracchiani, «è di mantenere la qualità del servizio e anzi di migliorarla. In questo momento la gara sul trasporto pubblico locale è ancora oggetto di giudizio, ma allo stesso tempo stiamo lavorando per rendere questo servizio omogeneo e garantito su tutto l’ambito regionale». Nello specifico, sulla richiesta dei comuni circa le partecipazioni dell’Apt isontina, «dobbiamo fare degli approfondimenti giuridici di cui abbiamo parlato con i sindaci, siamo tutti dalla stessa parte». Il pensiero dei 25 sindaci della nostra provincia è stato illustrato dal sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, presidente dell’Uti Collio-Alto Isonzo e portavoce della delegazione. «Le quote dell’Apt oggi sono in mano alla Regione» ha spiegato Romoli, «e noi chiediamo che vengano restituite al territorio in quanto è il territorio ad aver creato questa ricchezza. Abbiamo trovato nella presidente Serracchiani una disponibilità a ragionare su questo tema e vedremo nei prossimi giorni quali saranno gli sviluppi. La nostra proposta nel dettaglio è che vengano intestate alla società Iris (ancora viva benché in liquidazione, n.d.r.), proprietaria allo stato attuale del 18 percento delle quote di Apt, e della quale il comune di Gorizia è proprietario per un terzo delle azioni».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *