PROVINCIALI2011: TUTTI I NUMERI

TRE saranno i candidati alla presidenza della Provincia di Gorizia. Enrico Gherghetta, presidente uscente, è appoggiato da quattro liste: Di Pietro Italia dei Valori, Partito Democratico, Sinistra Ecologia Libertà, Rifondazione Comunisti Italiani. Stefano Cosma, l’outsider finiano spera in un risultato a sorpresa pescando tra i delusi dei due schieramenti maggiori; è appoggiato dalle liste di Futuro e Libertà e Unione di Centro. Simonetta Vecchi, sindaco uscente a Villesse, è diventata la principale candidata di centrodestra per questo appuntamento elettorale. Ad appoggiarla sono scese in campo le liste del Popolo della Libertà, Isontino Tricolore con Cosma, Lega Nord, Pensionati e Lista per Simonetta Vecchi.
DUECENTOVENTUNO candidati per venti poltrone. Hanno riempito i 24 collegi di ognuna delle 11 liste in corsa. Ne verrà eletto uno ogni undici, circa.
MILLENOVECENTONOVANTAQUATTRO è l’anno di nascita del candidato più anziano. Nato a Pirano lunedì 7 luglio 1924, all’età di 86 anni, 10 mesi e 8 giorni, il signor Sergio Giachin dona la sua esperienza alla lista dei Pensionati per il collegio Gorizia VI.
DICIANNOVE sono invece gli anni (4 mesi e 20 giorni) di quello più giovane. Si chiama Matteo Polo. Nato a Monfalcone il 5 gennaio 1992, Matteo è candidato per Sinistra Ecologia Libertà nel collegio di Grado.
QUATTORDICI. I candidati della lista Pensionati, fra le undici è la meno “zeppa”. Si va infatti dalle liste “piene”, con 24 candidati ciascuna, del Partito Democratico, Italia dei Valori, Sinistra Ecologia Libertà e Lega Nord alle 14, appunto, del partito di Luigi Ferone.
TRENTASETTE,CINQUE%. Questa percentuale probabilmente affolla da settimane i sogni dei più coinvolti in questa campagna elettorale, che sperano di vederla apparire accanto al loro simbolo come risultato ufficiale. Oggi, invece, questi numeri rappresentano altro. Niente voti e nessuna speranza. Solo la percentuale di presenza “rosa” nella lista Sinistra Ecologia e Libertà. In questo campo la più attenta, senza dubbio.
VENTI,QUATTRO%. Restiamo in tema quote-rosa. Tra i 221 candidati di cui abbiamo parlato prima, il 20,4% è donna, per un totale di (appena) 45 candidate contro be 176 maschietti (79,6%).
SEI,DUE%. E se la medaglia d’oro delle quote-rosa se l’è guadagnata il partito di Nichi Vendola, il dato peggiore in questa speciale classifica arriva dalla parte opposta del piccolo globo politico goriziano: Isontino Tricolore con Cosma ha infatti una sola candidata in lista. Marialuisa Tommasini sarà il nome che apparirà stampato sulle schede elettorali nel collegio di Cormòns I a fianco al simbolo di Sergio Cosma.
QUARANTUN’ANNI è l’età media della lista più giovane: Futuro e Libertà, che tra i suoi 15 candidati può contare sulle forze di ben 6 under-40.
CINQUANTASEI ANNI è invece l’età media della lista più “anziana”: Pensionati. Manco a dirlo, direbbe più di qualcuno… In realtà così non è. I Pensionati sfoggiano infatti tra le loro fila 2 under-40 e 5 over-60. A conferma di ciò, la lista Unione di Centro si distacca da quella dei Pensionati di “pochi mesi”. La media sarebbe infatti di 56,1 anni, con 4 under-40 e ben 11 over-60.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *