Profughi, 39 pakistani in stazione

Sono arrivati tra lunedì e martedì da Germania, Francia e Inghilterra. Paesi dove non avevano ottenuto una risposta alla richiesta per ottenere lo status di rifugiato. Parliamo di 39 richiedenti asilo di nazionalità pakistana che nei primi due giorni di questa settimana hanno affollato la sala d’attesa della stazione ferroviaria di Gorizia. Alcuni di loro erano già presenti in città da alcuni giorni e attendevano di essere ricevuti dagli agenti in servizio presso l’ufficio immigrazione. Un aggravio non indifferente per la Polfer, che si vede così costretta a rinunciare ai propri servizi per improvvisarsi nell’accoglienza delle richieste di asilo. Gli ultimi arrivi hanno fatto salire nuovamente l’asticella delle presenze in città sopra il livello di emergenza. Oltre alle strutture, con 165 migranti ospitati al Nazareno e 96 al San Giuseppe, sono stracolmi anche bunker e dormitorio della Caritas, dove troverebbero ospitalità circa 150 persone. A Gorizia, al netto di nuovi eventuali arrivi di oggi, i richiedenti asilo presenti in città sarebbero quindi più di 400.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Profughi, 39 pakistani in stazione"

  1. Semplice: facciamo anche noi come hanno fatto i paesi che li hanno espulsi e rimandiamoli a casa loro, oppure potrebbe ospitarli il papa in Vaticano, visto che lui è favorevole all’accoglienza a prescindere, oppure dalla Boldrini che li considera “risorse”.

  2. Non mi pare che il Pakistan sia un paese in guerra……..quindi caricarli su un aereo cargo e rispedirli a CASA LORO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *