Primo trapianto di cuore bionico

Un vero e proprio colpo di scena sull’orizzonte della tecnologia medica. E’ stato eseguito lo scorso martedì al Santa Maria della Misericordia di Udine, il primo ‘impianto’ di cuore meccanico in sostituzione di quello umano. L’intervento è stato eseguito a trent’anni dal primo trapianto di cuore effettuato al nosocomio friulano che ricorreva proprio l’altro ieri. A darne notizia il professore Ugolino Livi, direttore del dipartimento cardiotoracico dell’ospedale universitario udinese, e realizzatore dell’intervento insieme alla sua équipe chirurgica. Il cuore artificiale, di provenienza americana,ha spiegato al “Messaggero Veneto”,il professore Livi, è stato impiantato al posto di quello umano, che è stato invece rimosso. «Una procedura piuttosto inusuale che abbiamo realizzato per la prima volta a Udine, dove già nel 2012 avevamo impiantato un cuore artificiale in ausilio a un cuore malato».Ha sottolineato,poi,che «si tratta di interventi delicati e non privi di rischi insiti nella procedura, che vanno valutati in un arco temporale più lungo», quindi ogni valutazione dovrà essere subordinata agli esiti del decorso post operatorio. È risaputo che la cardiochirurgia udinese si è distinta storicamente con una serie di interventi pionieristici ed è proprio di questi giorni lo stanziamento di 400 mila euro da parte del ministero della Salute per finanziare un progetto di ricerca del dipartimento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *