Pozzuolo, nuovo comandante

La brigata Pozzuolo si prepara a salutare il generale Domenico Pace. Era nell’aria da tempo un avvicendamento al timone della storica brigata goriziana, il secondo in poco più di un anno, e che domani mattina sarà celebrato in maniera ufficiale nello splendido salone della caserma “Guella” in piazza Cesare Battisti. Tra le spie, anche l’incontro avvenuto lo scorso agosto con la presidente Serracchiani, più che una visita di cortesia, una prima tappa del giro di commiato istituzionale. Domani il generale Pace consegnerà il vessillo della Pozzuolo nelle mani del parigrado Ugo Cillo, proveniente dall’ufficio di Gabinetto del ministro della Difesa, e già comandante del Reggimento Lagunari “Serenissima”. Scelta ricaduta dunque su un uomo che ben conosce la realtà del Nord Est, e la storia del nostro territorio oltre che della Pozzuolo in particolare. Indubbiamente un buon ricordo quello lasciato dal generale Pace, sotto il quale è arrivata la conferma definitiva della permanenza della brigata a Gorizia (una storia senza fine), e l’importante ampliamento della “famiglia” della Pozzuolo, che lo scorso giugno ha accolto al proprio interno l’8° Reggimento Trasporti di Remanzacco, passato dal comando della brigata “Ariete” a quello di piazza Cesare Battisti. Oltre al comando goriziano e al citato reggimento, fanno parte della costellazione Pozzuolo anche il Reparto comando e supporti tattici di via Trieste, il Reggimento Lagunari di Venezia, il Reggimento “Genova Cavalleria” di Palmanova, il 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine e il Reggimento Artiglieria a cavallo di Milano. Infine, l’ultima firma del generale Pace è arrivata a Trieste, per una collaborazione tra la fanfara della Pozzuolo e il conservatorio Tartini di Trieste. I membri della fanfara potranno così partecipare alle masterclass dei dipartimenti di strumenti a fiato e percussioni del conservatorio, e ai seminari organizzati nel corso dell’anno. A sua volta, la brigata ospiterà e fornirà, in occasione di proprie manifestazioni, concerti eseguiti da singoli o formazioni del conservatorio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *