Portelli: Parentopoli Goriziana

Il Consigliere Federico Portelli attacca Il SIndaco e la Giunta: “Non ci fidiamo di Sindaco e giunta: chiederemo una commissione d’indagine del consiglio“.

“A questo punto, si può comunque dire che vi è un chiaro cortocircuito tra giunta e dirigenti. Occorre una commissione d’inchiesta del consiglio guidata -CON EQUILIBRIO- dall’opposizione per fare luce sulla vicenda. Presenterò una, mozione in tal senso. Mi auguro che anche Romoli la voti.”

La cosiddetta parentopoli goriziana, denunciata dal collega Zotti, è un fatto grave. Per questo, prima di lanciare accuse su singoli assessori o funzionari, occorre sia fatta luce sulle procedure interne che sono state seguite nell’individuazione dei destinatari dei buoni lavoro (i cosiddetti voucher).

Tuttavia, da una prima analisi delle delibere approvate dalla giunta, non sembra per nulla convincente l’atteggiamento del sindaco. Che come al solito intende scaricare sui dipendenti omissioni e responsabilità che, in primis, stanno in capo alle linee guida fissate dalla giunta. Il corto circuito tra giunta e dirigenti, nella parentopoli goriziana, è evidente. Il sindaco invoca un’inchiesta interna? Bene. A condurla sia però una commissione conoscitiva bipartisan del consiglio comunale e guidata da un componente dell’opposizione. Altrimenti il tutto è solo una presa in giro mediatica per coprire le vere responsabilità politiche ed amministrative di chi guida il comune. Presenterò in tal senso una mozione urgente. Nel frattempo, ho fatto anch’io le mie indagini. E ho scoperto quanto Romoli sa già benissimo…

I FATTI E’ la giunta Romoli, nella mattina del 2 settembre 2010, ad aver approvato la delibera che attivava questa innovativa forma di lavoro occasionale. E a fissare gli indirizzi che gli uffici dovevano seguire. La delibera inizia la procedura il 31/08/2010 a firma del funzionario competente (di cui non è il caso di fare il nome), il giorno dopo viene esaminata dal dirigente (di cui non è il caso di fare il nome) che la firma anche in qualità di segretario generale supplente. Poi la documentazione viene inserita all’ordine del giorno della giunta prevista per il giorno successivo. E arriviamo al 2/9/2010, quando l’assessore al personale illustra la proposta alla giunta che, dopo ampia discussione, approva il tutto.

Un caso estremo (ed ironico) di "parentopoli".

I TEMPI La delibera viene votata dalla giunta con la clausola dell’immediata eseguibilità. In modo da accelerare i tempi… Ma, così facendo la giunta sceglie una tempistica accelerata e sceglie di non attende le canoniche due settimane di esposizione all’albo. Due settimane durante le quali i cittadini avrebbero potuto esaminare l’atto prima che questo divenisse efficace. Con ciò limitando oggettivamente la parità tra chi già aveva le informazioni e chi ancora doveva essere raggiunto ed informato. Questa è stata una scelta discrezionale della giunta. Perché l’ha fatto? Evidentemente gli assessori ed il sindaco non hanno ritenuto di dare a tutti i cittadini (dipendenti o no del comune) parità di opportunità di accesso. Questa è, in toto, una responsabilità della giunta e sulla quale dirigenti e dipendenti non c’entrano nulla.

GLI INDIRIZZI Quali criteri sono stati fissati dalla giunta? Quali indirizzi sui criteri e modalità di selezione? Quale trasparenza, dopo aver scelto di ridurre i tempi prima che la delibera diventasse esecutiva? Dalla lettura della delibera, non si rileva alcuna specifica cautela, alcuno scrupolo, alcuna proposta efficace per garantire parità di accesso alla selezione. In particolare, nessuna garanzia che le risorse fossero effettivamente destinate a chi più ne aveva bisogno. Una grave omissione, a mio parere. A cosa serve ora scaricare la responsabilità sui dipendenti?

LA SELEZIONE Nel complesso, in attesa di capire come effettivamente si è svolta la selezione, una successiva delibera di giunta del 2/12/2010 evidenziava che erano pervenute 39 manifestazioni d’interesse: ben 21 rientranti nella categoria degli studenti, solo 5 nella categoria dei percettori di integrazione salariale, 10 nella categoria connessa allo stato di disoccupazione e 3 nella categoria dei pensionati.

I PROGETTI La legge consentiva alla giunta di agire anche con attività nell’ambito di manifestazioni caritatevoli o di solidarietà. Ebbene, nessuno dei progetti attivati dalla giunta è stato orientato a tali attività. Il progetto su cui sta scoppiando lo scandalo, ad esempio, era finalizzato a 10 studenti per la distribuzione di depliant informativi per pubblicizzare le iniziative dell’assessore Devetag. Era questa la priorità della giunta con cui spendere i buoni lavoro? Assurdo. Ma a parte questa grottesca iniziativa, nella delibera del 2 dicembre non c’è nessun progetto per esigenze straordinarie od urgenti, pure possibili di finanziamento con i voucher, quali ad esempio lo sgombero della neve. Arrivava l’inverno e la giunta non lo sapeva… Poi, in effetti, il 17 nevicò. Con le conseguenze che si son viste. E, pure per quelle, i cittadini ringraziano la giunta.

Federico Portelli

capogruppo Pd consiglio comunale Gorizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Portelli: Parentopoli Goriziana"

  1. Uno dei tre, del “trio tropicale”, non finisce mai di stupirmi.
    Analizzo, premettendo che sono di parte :) il suo comunicato stampa. Spero di riuscire a spiegare le assurdità che il nostro “tropicale” enuncia nel suo corposo, puntuale -come l’influenza d’inverno- e anacronisti intervento “pro domo sua”.
    1. Le commissioni d’inchiesta sono guidate CON EQUILIBRIO solo se a guidarle è l’opposizione? Peccato che una norma regolamentare, che l’ex Presidente del Consiglio di Brancati dovrebbe conoscere bene, lo prevede. Tutte le commissioni d’inchiesta, se votate ed istituite dal Consiglio Comunale, DEVONO essere presiedute da un consigliere d’opposizione!!!
    2. “La cosiddetta parentopoli goriziana, denunciata dal collega Zotti, è un fatto grave. Per questo, prima di lanciare accuse su singoli assessori o funzionari […]” PRIMA DI LANCIARE ACCUSE???? La vergine del Trio Tropicale, di accuse, non solo nel suo comunicato stampa NE LANCIA ECCOME…Leggasi introduzione: non ci fidiamo del Sindaco e della Giunta! Bell’esempio di moderazione! Il catto (comunista) tropicale, sempre pronto a rubare una notizia anche al collega leghista (?) Zotti, che per primo ha denunciato il fatto, si impossessa della scena mediatica con l’immancabile caterva di comunicati stampa e conferenze stampa (magari al Bar Torino) dove spera di recarsi sempre più spesso come papabile vice presidente della Provincia nel caso (nefasto) rivincesse Gherghetta.
    3. E giù una serie di false supposizioni…(sempre senza fare il nome del dirigente…) si sa mai che mi quereli…atteggiamento non da falco d’opposizione ma molto più da sciacallo della notizia. Fra l’altro portata all’attenzione da un collega consigliere di maggioranza (?)
    I FATTI: tutto vero, basta saper leggere.
    I TEMPI: nel poco sintetico schema del “tropicale” altra accusa atta a gettare fango (o altro liquido in questo caso organico) sulla giunta: “Evidentemente gli assessori ed il sindaco non hanno ritenuto di dare a tutti i cittadini (dipendenti o no del comune) parità di opportunità di accesso” ACCUSA, non da poco, di scarsa trasparenza. Ovvero affermazione (si valuterà anche nelle vie legali) di non concedere a tutti l’opportunità (o parità) d’accesso.
    GLI INDIRIZZI: vale come sopra!
    LA SELEZIONE: altra “perla tropicale”! Nessuna selezione è avvenuta, fatto salvo i controlli eventuali che uno non dichiari il falso (tipo di essere in CIG e non esserlo, di essere studente e non esserlo, di essere pensionato e non esserlo!): Dal 2 settembre al 2 dicembre non è poco tempo per ufficializza un elenco di persone idonee…scarsa informazione? Forse il “tropicale” gradiva un mujaidin che sulla cima di Sant’Ignazio, all’ora di preghiera, invitasse anche tutti i goriziani a presentare la loro disponibilità. O forse meglio uno dei meravigliosi personaggi di “Non ci resta che piangere” del duo Troisi- Benigni, che tamburello alla mano, “annunciaziò, annunciaziò” annunciava la morte di chi incontrava, mentre faceva “vasche” per il corso….
    I PROGETTI: ce ne potevano essere molti, ovvio. Peccato che di certo non aspetto il “tropicale” che me li elenchi. La neve? Beh, tutti quelli in lista “disponibilità voucher” sono stati chiamati per intervenire. Peccato che spalare la neve sia faticoso e faccia freddo…risposte 0, nada, nulla, niet, nessuna, per più del primo giorno di necessità…poi non si è più presentato nessuno!
    Ma almeno il “tropicale” ringrazia la giunta per la neve (?) almeno quel merito agli odiati uomini di destra (non siamo mai di centro destra per lui) lo lascia. La città deve ringraziare Romoli e camerati per la neve caduta copiosa a ridosso di Natale. Se poi non ha pulito le strade (tutte…non 30 km ma ben di più…) allora anche la caduta della neve è colpa loro. A Firenze (tratto autostradale fino ad Arezzo) un migliaio di automobilisti bloccati per ore…ma sicuramente per il tropicale l’ANAS è di Silvio e il Comune di Firenze non ha resposabilità (e non ne ha) perchè a capo c’è il rottamatore Renzi!
    Io non so voi ma….meditate gente, meditate!

  2. Non entro in merito di queste faccende che personalmente trovo molto tecniche anche se paiono rivolte a tutti i comuni mortali. Trovo invece importante specificare che “Annunciaziò, annunciaziò” faceva parte dello sketch “La Natavità” (1977) dove Nello Arena interpretava uno spettacolare Arcangelo Gabriele al cospetto della presunta Vergine Maria. (Massimo Troisi) Non aveva tamburello ma trombetta e non fa parte del film cult “Non ci resta che piangere”. Anticipo ed elimino così eventuali discussioni, smentite e perdite di tempo sul tema che avrebbe potuto infiammare il prossimo consiglio comunale.

  3. :)) VERISSIMO!!!! Nella foga da risposta avevo preso un grosso abbaglio. Mi scuso con tutti e ringrazio Spritz_Nero per la correttissima correzione :) Speriamo che non ci siano interrogazioni in consiglio sulla preparazione cinematografica.
    Nel qual caso, per l’aiuto da casa, mi rivolgerò a Spritz_Nero :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *