Piazza gremita per Grillo

Beppe Grillo a Gorizia
Beppe Grillo scalda la folla accorsa in Piazza Sant'Antonio.
Forse non tutti quelli che affollavano una bagnata Piazza Sant’Antonio a Gorizia voteranno il Movimento 5 Stelle, ma a giudicare dalla moltitudine accorsa ad assistere al comizio show di Beppe Grillo, che del movimento più che leader è padre nobile, può ben sperare Manuela Botteghi, candidata sindaco dei “grillini”, di fare una bella figura alle prossime elezioni amministrative.

Il comico ligure, appena sceso dal camper con cui sta attraversando il paese per dare sostegno ai suoi candidati, ha esordito con una serie di battute come sempre dal sapore agrodolce sul governo nazionale e sulle condizioni in cui grava l’economia.
«Mi definiscono come un gabibbo misto a Bossi (Umberto, ndr) prima maniera». Una definizione che, a detta di Grillo stesso, lo lusinga piuttosto che infastidirlo.
Innumerevoli e variegati sono stati gli argomenti trattati: dalla crisi dei partiti all’azione del governo Monti. Non ha fatto sconti a nessuno ed ha ironicamente criticato senza distinzioni destra, sinistra e centro.

«Lo Stato diventi di noi cittadini, i parlamentari non sono stati eletti ma nominati da 5 segretari! Darci del partito è un offesa, noi siamo il primo movimento di cittadini che abbia visto la luce» e poi, riferendosi ad Emanuela Botteghi: «Vi siete scelti lei, non so cos’è successo. Aprite la porta del Comune, lanciatela dentro e scappate: ci penserà lei e questo gruppo di Gorizia, sono tutti incensurati!», «via gli obrelli», ha gridato il comico «questo è un battezzo, è una meraviglia» come se la pioggia che ha poco risparmiato la serata sia un segno dal sapore biblico, come un segno divino premonitore, a sostegno della sua lista di Gorizia.

Chiudendo l’intervento ha detto: «E adesso tutti al casinò in Slovenia».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "Piazza gremita per Grillo"

  1. La candidata Botteghi ha esrdito presentandosi al confronto con gli altri sindaci con l’affermazione “Io condivido quel che affermava Padoa Schioppa: le tasse sono belle” “Se sarò eletta sindaco avrò il coraggio di proporne di nuove”. Trovo quindi normale che il suo supporter Grillo concluda dicendo ” E adesso tutti al casinò in Slovenia” a rimpinguare le casse della loro economia e del loro Stato a scapito dei nostri servizi aggiungo io, del resto poi basta alzare le tasse no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *