Pensioni tutelate, firmato l’accordo con il Comune

Eliminazione dell’addizionale Irpef entro il 2012, mantenimento delle agevolazioni sulle tariffe dei servizi sociali ed educativi per le famiglie in difficoltà e mantenimento dell’esenzionzione o della riduzione della Tia per i redditi inferiori al trattamento pensionistico Inps integrato al minimo. Sono alcuni dei punti caratterizzanti del protocollo d’intesa sottoscritto fra il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli e il presidente del Coordinamento delle associazioni dei pensionati autonomi (Capla), Oscar Zorgnotti. Anche i rappresentanti di commercianti, artigiani e agricoltori, dunque, concertano con l’amministrazione comunale goriziana una serie di interventi a sostegno di pensionati con redditi bassi. Come ha sottolineato Oscar Zorgnotti, che era affiancato da Bruno Budal di Confartigianato e Maria Zanin della Confederazione italiana agricoltori, “i pensionati autonomi in regione sono circa 80 mila e il 60% percepisce assegni mensili al di sotto del parametro minimo”.

Il Sindaco Romoli mentre firma l'intesa con il Coordinamento delle associazioni dei pensionati autonomi.
Il sindaco Romoli, che aveva al suo fianco l’assessore al welfare, Silvana Romano, ha evidenziato che “senza un’attenta gestione delle risorse comunali attuata negli ultimi anni non sarebbe stato possibile mantenere praticazmente inalterate le tariffe dei servizi e assicurare che non ci saranno aumenti neppure nel 2012. In periodi di crisi come quello attuale- ha insistito- anche gli amministratori comunale devono fare la loro parte riducendo ove possibile le spese e cercando di tutelare i redditi più bassi e, più in generale, le famiglie. Ciò abbiamo fatto e faremo come dimostra anche il confronto fra le tariffe dei nostri asili e quelli di altri comuni della regione”.
Fra i punti previsti dal protocollo d’intesa anche la conferma di fondi per l’abbatimento del canone d’affitto, il mantenimento della possibilità di rateizzare le sanzioni amministrative per i cittadini meno abbienti e del sostegno alla mobilità personale com ei buoni taxi. Inoltre il sindaco ha assicurato il suo impegno anche a “concertare la quota di bilancio da destinare al sociale, con misure che riguardino anche coloro che perdono il posto di lavoro o che sono in cassa integrazione o in mobilità”.
E’ stato anche garantito ai rappresentanti del Capla che saranno invitati a tutti i tavoli di discussione sulle problematiche socio-sanitarie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *