Palma: «Non chiuderemo il carcere»

Il sindaco Romoli, a Roma, con il Ministro della Giustizia, Nitto Palma.
«Il carcere di Gorizia non chiuderà». Lo ha assicurato il ministro della Giustizia, Nitto Palma, al sindaco del capoluogo isontino, Ettore Romoli, durante l’incontro svoltosi questa mattina a Roma. «Il ministro mi ha fornito ampie assicurazioni sul mantenimento della casa circondariale di via Barzellini- ha sottolineato Romoli subito dopo l’incontro- e, in tempi brevissimi, esaminerà tutta la pratica per valutare gli interventi più idonei per affrontare la situazione di emergenza in cui la struttura versa».
A questo proposito, proprio in considerazione delle forti condizioni di degrado che interessano l’edificio, il sindaco ha presentato una proposta al ministro volta a fornire una prima, indispensabile risposta a questo problema. «Il Comune di Gorizia – questa la proposta avanzata – potrebbe mettere a disposizione una parte dei fondi necessari a rendere maggiormente vivibile il carcere, per i poliziotti e i detenuti che oggi vivono davvero pesanti disagi. Ciò in attesa della costruzione del nuovo carcere».
Il ministro ha accolto con favore questa disponibilità, riservandosi di approfondire in ogni suo aspetto l’ipotesi al fine di accertarne la percorribilità e, in ogni caso, di individuare una soluzione che affronti il problema. Una volta effettuati tali approfondimenti, in tempi quanto più brevi possibile, il ministro promuoverà un altro incontro con il sindaco per definire la situazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *