Nuovi imprenditori

Un piccolo fatto di cronaca ripreso dai quotidiani locali racconta quanto sia profondamente cambiando il tessuto sociale ed economico della nostra città. Chiude la pizzeria Basket, locale storico goriziano, e viene rilevata da un giovane imprenditore che da anni gestisce con grande successo un locale di cibo greco in centro città. La notizia non è però questa. La notizia è che questo imprenditore non è goriziano né tantomeno italiano. E’ uno straniero che ha scelto di vivere e costruire il suo futuro nella nostra città. Ci sta riuscendo con grande successo e in pochissimo tempo. Il suo non è un caso isolato, alcuni dei più validi giovani imprenditori che si sono impegnati ultimamente a Gorizia vengono da fuori. La vecchia classe imprenditoriale che ha costruito la fortuna del capoluogo isontino negli anni 50/60, ma che non ha saputo innovarsi e che oggi rappresenta la vera palla al piede della città, viene progressivamente sostituita da giovani commercianti con idee nuove e voglia di affrontare le sfide della modernità. E’ un bene. Gorizia ha bisogno di cambiare e crescere ed è utile che questo cambiamento sia portato da “stranieri” che dei vecchi retaggi, divisioni, idiosincrasie e paure che hanno paralizzato negli ultimi 40 anni Gorizia non sanno che farsene. A frenarli proprio quei vecchi commercianti e imprenditori che si sono arricchiti in passato e che oggi cercano di lucrare ancora sulle loro rendite di posizione. E’ una battaglia di retrovia la loro ma la fila ininterrotta di negozi chiusi nel centro storico per i canoni altissimi che vengono pretesi per il loro affitto dimostra quanti danni questa classe di brontosauri possa ancora fare alla nostra città.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *