Montagna, soccorsi in aumento

Sempre più numerosi gli interventi del soccorso alpino per trarre in salvo gli escursionisti che finiscono fuori sentiero. Un’impennata forse troppo facile da prevedere, perlomeno leggendo le cronache che a cadenza fissa arrivano dalle montagne della nostra regione. Un po’ di numeri: nei primi nove mesi di quest’anno gli escursionisti in difficoltà sono stati 112, già tre in più rispetto al dato annuale del 2016. Da gennaio a settembre i decessi sono stati 23 contro i 26 del 2016 (sui dodici mesi) e i feriti 35 contro i 31 dell’anno precedente (sempre da gennaio a dicembre). Di ieri l’ultimo caso, quando un escursionista di Fiumicello, 38 anni, è stato salvato dal soccorso alpino durante la discesa dalla cima della Creta di Collina, nel gruppo della Creta della Chianevate. Dopo aver perso la traccia, è rimasto incordato a oltre 2 mila metri di altezza, sopra un salto di 30 metri. Necessario l’intervento dell’elisoccorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *