Minerva volley incontra le prime della classe

L’ennesima capolista. La Minerva, dopo Fratte e Villorba, incontra un’altra prima della classe: la Beng Rovigo. E lo fa proprio all’inizio di nuovo capitolo, chiamato girone di ritorno. Durante l’andata la formazione Isontina ha mostrato diverse facce. Quella smemorata e svogliata delle sconfitte con Martignacco, Stra e Preganziol e quella grintosa e “cattiva” delle vittorie con Fratte e Chions. In mezzo qualche luce e qualche ombra, che ha levato alla Minerva almeno una manciata di punti. Quei punti che il team dell’allenatore Armando Buonpane dovrà conquistare (per forza) nel girone di ritorno. L’incubo della retrocessione, infatti, è vicina solo sei punti. Quindi sono vietati i passi falsi.
A partire da domenica 29. Sul parquet di Rovigo (inizio alle 18) la Minerva può, e deve, tentare l’impresa. Davvero improba, ovviamente, visto che la Beng non ha regalato nessun punto finora in casa. “Ma noi – spiega il presidente Ascanio Cosma – dobbiamo solo pensare a noi stessi.. A interpretare al meglio il match. Curando fin da subito tutti i particolari. Dobbiamo soprattutto crescere nella continuità di rendimento. Spesso produciamo delle splendide fiammate, ma poi ci spegniamo rapidamente vanificando lo sforzo precedente. Ecco a Rovigo, dobbiamo invece cercare di regalare il meno possibile. Anche perchè dall’altra parte troveremo una squadra esperta e che vorrà certamente confermare le fresca leadership”.
Purtroppo non prenderà parte alla trasferta, per problemi di lavoro, Luana Pulvirenti. “Sarà un’assenza davvero importante – conclude Cosma – chiedo quindi a tutte le giocatrici un sforzo maggiore e una miglior coesione.. E spero che i tanti tifosi al seguito possano sospingere la nostra squadra verso un risultato storico…”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *