«Minacce e ceffoni ai bambini»

Sospesa dall’insegnamento per sei mesi una maestra della scuola primaria “Pitteri” di Farra. «La misura cautelare -come riferiscono i carabinieri- è stata presa dal Gip di Gorizia al termine di indagini dei carabinieri avviate dopo le confidenze di alcune mamme». Indagini che «hanno permesso di accertare che l’insegnante aveva instaurato in classe un clima mortificante e insostenibile, con ripetute minacce, offese, ceffoni sulla nuca, urla e umiliazioni come reazione agli errori commessi dai bambini durante l’attività didattica». La situazione creatasi in classe, sempre secondo gli investigatori, «aveva spinto i bambini a mantenere, durante le lezioni, il silenzio per paura delle ritorsioni dell’insegnante, provocando ai bambini più sensibili un crescente stato d’ansia, tale da far loro manifestare la volontà di non partecipare alle lezioni». Una situazione indubbiamente pesante, e che riporta alla ribalta un altro episodio accaduto a Farra nella casa di riposo. In quella occasione i carabinieri scoprirono una serie di vessazioni e maltrattamenti ai danni di anziani.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "«Minacce e ceffoni ai bambini»"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *