Migranti, via la commissione

«La commissione per i migranti a Gorizia sarà chiusa». Paola del sindaco Rodolfo Ziberna, che riprende così l’annuncio dato dal commissario del governo, Annapaola Porzio, in una recente intervista al quotidiano Il Piccolo. Dopo la chiusura della commissione di piazza Vittoria, spiega Ziberna, «ne saranno aperte due in altre zone del Fvg. La battaglia però continua perché i migranti vanno bloccati prima di entrare in Italia. Chiederemo ancora con forza il trasferimento dei richiedenti accampati in galleria Bombi». Spegnere l’insegna della commissione goriziana è per il sindaco «un primo, importante passo avanti per alleggerire la presenza dei migranti a Gorizia e non posso che esserne soddisfatto. Lunedì (oggi, ndr) chiederò i tempi di attuazione di questo provvedimento. Ma ancora non basta perché non ne saremo mai fuori finché non si bloccheranno gli ingressi. Per questo insistero’ affinché vengano attivati maggiori controlli per evitare gli arrivi da altri Stati europei, di persone cui è già stato rifiutato lo status di rifugiato. Inoltre si dovranno accelerare i tempi per la modifica della Dublino 3 per far si che la prima risposta alla richiesta dei richiedenti valga in ogni stato europeo». Venendo al caso di galleria Bombi, invece, Ziberna assicura che non cesserà «il pressing affinché si trovi una soluzione per i migranti fuori convenzione che stazionano nella galleria. Non è accettabile che questi signori continuino a bivaccare in città, né in galleria né in altri spazi pubblici, aperti o chiusi che siano, visto che come dice la Prefettura si tratta di persone mandate via dalle strutture d’accoglienza o che rimangono in galleria per libera scelta».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *