Maltempo, spiagge in ginocchio

Dalle cabine ribaltate dal vento a Grado, fino all’emergenza di Lignano. L’ondata di maltempo che si sta scatenando sulla nostra regione ha lasciato le tracce più eventi del proprio passaggio lungo la costa. 160 i millimetri di pioggia caduti a Lignano, dove al momento sono impegnate, in supporto al comando di Udine, anche due squadre dei vigili del fuoco di Gorizia, dove invece il pluviometro si è fermato a 76,2. «Nelle prossime 6 ore» spiega la protezione civile, «la depressione che si è abbattuta su Lignano e nella mattinata di oggi su Trieste tenderà a spostarsi verso Lazio e Campania, ma il fronte occluso disteso lungo l’Adriatico interesserà direttamente anche il Fvg con la probabile formazione di un minimo barico al suolo tra l’Istria e le Marche, la cui posizione è tuttora ancora incerta. In ogni caso determinerà una nuova intensificazione ed estensione a tutta la regione delle precipitazioni che, stante l’instabilità atmosferica, potranno essere localmente intense e temporalesche, specie su pianura e costa». Insomma, lo stato di allerta prosegue. Allagamenti sono stati segnalati anche a Torviscosa, Moimacco e Latisana. A Prepotto si è verificata invece la caduta di massi. Ieri tra le località maggiormente colpite dall’ondata di maltempo si era inserita anche Grado, dove gli operatori della Git sono intervenuti per rimediare ai danni provocati dal vento, che nella notte tra sabato e domenica aveva sradicato sei cabine e fatto volare su tutta la spiaggia sdraio e ombrelloni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *