Il saluto di De Antoni

De Antoni tra i fedeli.
De Antoni tra i fedeli.
Monsignor Dino De Antoni saluta oggi la comunità dell’Arcidiocesi di Gorizia, che ha guidato dal 1999 al giugno scorso.
Ripercorrendo i 13 anni dell’Arcivescovado di De Antoni, ci si accorge senza fatica di quante date storiche abbiano accompagnato il Pastore di Chioggia in questo tempo. L’ingresso nel nuovo millennio, avvenuto a pochi mesi dalla nomina, l’entrata della Slovenia nell’Unione Europea, la caduta dei confini e la visita Papale dello scorso anno. Un mandato che De Antoni con umiltà ha portato a termine. Rassegnate le dimissioni nel 2011 per motivi di età, è stato nominato, in concomitanza con l’elezione del nuovo Arcivescovo di Gorizia, Carlo Roberto Maria Redaelli, Amministratore apostolico dell’Arcidiocesi.
De Antoni saluterà i suoi fedeli con la celebrazione di una Santa Messa che si terrà oggi alle 17 nella Patriarcale Basilica di Aquileia, uno dei simboli del suo Arcivescovado. Riguardo al suo futuro, tutto fa pensare che possa trascorrere i prossimi anni nella sua Chioggia, che lo accoglierebbe a braccia aperte dopo la missione goriziana. Il 14 ottobre, invece, presso la Cattedrale di Gorizia si terrà l’ingresso solenne dell’Arcivescovo Redaelli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *