L’Onorevole Frattini si insedia alla presidenza del GECT

L’occasione, nella quale verrà nominato il primo Presidente del GECT, è molto importante, trattandosi del I° GECT in Europa solo tra enti di autonomia locale municipale, del I° GECT in Slovenia e del I° GECT in Italia tra Comuni.
La novità assoluta del GECT in oggetto è la sua dimensione municipale, tale da soddisfare appieno le esigenze di prossimità alle necessità della popolazione che la norma UE si prefigge, individuando i GECT come strumenti operativi, a servizio anche delle Macroregioni.
Le opere che il GECT realizzerà sono dedicate alla mobilità di merci e persone, con la metropolitana leggera di superficie ADRIA A; alla produzione ecosostenibile di energia, con impianti a biomasse e con lo sviluppo della rete di teleriscaldamento, grazie all’utilizzo dei fondi strutturali HELENA comunitari; e alla rigenerazione urbana del territorio, molto vasto, interessato dalla vecchia linea di confine, con l’utilizzo dei fondi JESSICA.
Uno strumento nuovo, il GECT, dotato di personalità giuridica, capace di raccordare il territorio direttamente alle autorità comunitarie.
Significativo che il primo esempio nasca a Gorizia, dove la collaborazione tra i tre Comuni di Gorizia, Nova Gorica e Sempeter Vrtojba ricongiunge territori e popolazioni innaturalmente divise e, definitivamente, supera la storia dolorosa del I° e II° dopoguerra.
Il GECT di Gorizia, Nova Gorica e Sempeter Vrtojba, come strumento di sviluppo, coesione e progresso, sia civile che infrastrutturale.

Patrizia Artico
Responsabile Ufficio Stampa
Comune di Gorizia

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *