Il cadavere di Livon ritrovato a Milano

VIA RIPAMONTI. Nell'immagine la via milanese dove sono stati trovati i resti del cadavere di Paolo Livon.
Dobbiamo ritornare al 1994, quando Paolo Livon, assieme ad alcuni complici, incendiò il locale Baobab per intascare l’ingente premio assicurativo. Il Livon viene condannato a dieci anni di detenzione. Dal 1998 non si avevano più sue notizie, fino al ritrovamento di ieri in via Ripamonti a Milano.
Si scava, in via Ripamonti, e come nella trama di una serie tv scadente, si trova un corpo senza vita. Da Gorizia arriva la conferma: è lui.
In questi diciassette anni il Livon era fuggito, si era nascosto, forse si era pure reinserito in quelle attività malavitose che lo portarono a commettere quel crimine del 1994 e che, forse, lo hanno sepolto in via Ripamonti, a “soli” 400 chilometri da casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *