La vita nascosta degli oggetti

Molte volte camminando per strada sarà capitato di vedere forme inusuali che hanno subito attivato la nostra immaginazione. Su questo si basa la mostra di Giuliano Cecone “Tra mostri e cavalieri”, esposta a Turiacco fino a martedì 3 giugno. L’artista riesce a sposare in modo originale creatività ed ecologia, creando cavallieri e mostri tramite materiali comuni, di uso domestico o riciclati. Una mostra, quindi, capace di decontestualizzare utensili da recupero in veri e propri personaggi di fantasia. Con questa nuova arte, Cecone vuole offrire al suo pubblico una nuova visione del mondo, raccogliendo, combinando, accostando oggetti molto diversi come marmitte, sellini di biciclette e rastrelli. Perciò tra cavallieri, mostri marini e draghi la mostra stupirà lo spettarore, che altro non deve usare se non la fantasia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *