La Gaynor aprirà il Verdi



Sarà la celebre voce di I will survive ad inaugurare l’8 novembre, con un concerto in anteprima regionale, la stagione teatrale 2011-2012 del teatro comunale Giuseppe Verdi di Gorizia.
La nuova Stagione, presentata stamane dal direttore artistico del Verdi, Walter Mramor, alla presenza del sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, e di Antonio Devetag, assessore comunale al Parco Culturale prevede oltre al concerto di Gloria Gaynor, spettacoli che vengono presentati nei già noti percorsi teatrali della Prosa, dei Grandi Eventi e della Musica e Balletto.

Due spettacolari immagini tratte da Mother Africa.
Il primo a salire sul palco goriziano sarà Max Giusti con lo spettacolo 100% comico, in programma il 14 novembre, cui seguirà lo spettacolo dance dei ballerini austrialiani Tap Dogs, primo dei due grandi eventi del 2012. Si ritornerà alla prosa con lo spettacolo L’astice al veleno, curato ed interpretato dal napoletano Vincenzo Salemme, volto noto della tv e del cinema italiano. Sarà dunque la volta dell’atteso Mother Africa, spettacolo circense diretto da Winston Ruddle che porterà a Gorizia la cultura del continente nero, sia nelle sue forme allegre e colorate che in quelle di chi ogni giorno deve sopravvivere alla più profonda povertà. Il 23 marzo andrà in scena l’unico spettacolo previsto nella categoria Musica e balletto, con il Sogno di una notte di mezza estate. L’opera shakespeariana, musicata da Felix Mendelssohn-Bartholdy e coreografata da Youri Vamos, sarà interpretata dal corpo di ballo dell’Opera di Riga. L’onore dell’ultimo atto sarà affidato quest’anno a Il mare di Paolo Poli. In una continua e singolare narrazione, Poli presenterà i racconti di Anna Maria Ortese, una delle grandi autrici del Ventesimo secolo.
Gloria Gaynor (61), sarà la stella della nuova stagione teatrale goriziana.
A chiudere il sipario, a maggio, un altro mito della musica anni Ottanta: Paul Young.
Gorizia sembra essere stata eletta a reginetta teatrale del Friuli Venezia Giulia. Sono infatti due le esclusive regionali in cartello, alle quali è doveroso aggiungere le esibizioni di Paul Young e Gloria Gaynor.
«Il pubblico di Gorizia è tra i più preparati ed esigenti della regione», aveva dichiarato tempo fa il sindaco Romoli. Alle sua dichiarazioni, si aggiunsero poi quelle bene auguranti del direttore artistico del Verdi, Bramor: «Gorizia è una piazza di eventi esclusivi in grado di richiamare protagonisti internazionali, come avviene nei grandi teatri».
La Gaynor, inoltre, festeggerà proprio a Gorizia il suo sessantaduesimo compleanno, essendo nata, sotto il segno dello Scorpione, il 7 novembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *