La banda dei supermarket

Passi avanti nelle indagini avviate in seguito ai “colpi” tentanti nelle scorse notti nei supermercati dell’Isontino e della Bassa Friulana. Gli inquirenti si starebbero infatti concentrando su una banda, composta si presume da sei persone. Gli autori, secondo le ultime ricostruzioni, sarebbero gli stessi che hanno tentato di derubare i market di Cervignano, Latisana e l’In’s di San Lorenzo, oltre ai “colpi” nella farmacia di Ruda e in un supermercato di Fiumicello. Per ben due volte, a Cervignano e San Lorenzo, la banda è stata intercettata dalle forze dell’ordine. Nel primo caso ha forzato con le auto un posto di blocco prima di darsi alla fuga, mentre a San Lorenzo, come si ricorderà, i malviventi sono stati colti sul fatto ma sono riusciti comunque a darsi alla macchia nei campi vicini al supermercato. E nelle ultime ore sembrano essere emersi alcuni ulteriori particolari sul modus operandi della banda, che accomunerebbe i casi che vi abbiamo citato. I ladri infatti avrebbero utilizzato sia a Cervignano sia a San Lorenzo una delle auto rubate per sfondare la vetrata. Nel primo caso riuscendoci e portando via un bottino di oltre 5 mila euro. Nel secondo caso il tentativo è stato interrotto come detto dall’intervento delle forze dell’ordine. La banda, prima del colpo a San Lorenzo, avrebbe poi rubato due autovetture, e non una come emerso in un primo momento: si tratta di un furgone prelevato lungo lo stradone della Mainizza e di un suv rubato a Mossa. Le auto, oltre a sfondare le vetrate del supermercato, sarebbero servite anche per sradicare una delle casse del market, appena prima dell’arrivo delle volanti. Insomma, le indagini proseguono e così la “caccia” alla banda di ladri. Con la speranza che abbiano presto fine queste notti di preoccupazione e paura nell’Isontino e nella Bassa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *