L’8,8% gli stranieri in Fvg

Gli stranieri residenti nella nostra Regione al 1° gennaio 2014 erano l’8,8 per cento della popolazione totale, e 88.200 i cosiddetti “soggiornanti”, con un meno 4,7 per cento di permessi di soggiorno rilasciati rispetto al 2013. Questi i dati del “Dossier statistico sull’immigrazione 2014-Dalle discriminazioni ai diritti” presentato ieri a Trieste, e che assieme ad altri vuole essere “un inquadramento reale della tematica immigrazione in tutte le sue componenti”. I dati elaborati dal servizio regionale programmazione e statistica, dicono anche che le domande d’asilo pervenute a tutto settembre scorso sono state 1.580. Il maggior numero di richiedenti provenivano dal Afghanistan (497), poi dal Pakistan (271), dal Mali (266), Nigeria (148), Gambia (42), Senegal (33), Eritrea (30), Iran (27), Guinea (24), Somalia (21), Bangladesh (20), Ghana (20), Ucraina (19), Turchia (18), Iraq (16), e Siria (16). Per quanto riguarda invece, i migranti assegnati al Friuli Venezia Giulia nell’ambito di “Mare nostrum” sono stati 1.377 nel periodo dal 12 aprile al 9 ottobre di quest’anno. Di questi, sempre secondo i dati, 990 hanno lasciato spontaneamente il nostro territorio, 395 risultano ancora presenti, e 37 sono stati inseriti nel sistema di protezione per richiedenti asilo. Complessivamente i migranti che sono arrivati spontaneamente al 18 settembre scorso erano 791, e 460 quelli inseriti nel sistema di protezione. Sempre secondo i dati regionali e sempre al 18 settembre, Udine era la città che ne accoglieva complessivamente di più con il 34,9 per cento, seguita da Pordenone (34,3), Gorizia (18,5), e Trieste (12,2). A parte Trieste, dove i “soggiornanti” per studio costituiscono il 12,4 per cento del totale, la maggior parte degli stranieri si trova in Regione per lavoro. Secondo i dati forniti dalla Banca d’Italia, nel 2013 c’è stato un aumento delle rimesse, oltre 74 milioni di euro contro i 68 del 2012, con la Romania al primo posto con un totale di 14 milioni e 500 mila euro e le Filippine all’ultimo con 2 milioni e 200 mila. In controtendenza con il dato nazionale che è stato di 5,5 miliardi di euro contro i 6,8 del 2012. Unioncamere, dal canto suo, evidenzia la vivacità dell’attività imprenditoriale degli stranieri in Fvg: 11 mila le loro imprese nel 2013 che hanno prodotto il 6,9 per cento del valore aggiunto regionale. Un ultimo dato che secondo l’indagine misura la qualità dell’integrazione: nell’anno scolastico 2013-2014 i giovani stranieri che hanno studiato nelle nostre scuole sono stati 19.021 (802.785 quelli inseriti nel sistema scolastico italiano), il 2,5 per cento in più rispetto all’anno precedente. Il 76,8 per cento alle superiori ha scelto gli istituti tecnici o quelli professionali pensando probabilmente a un veloce inserimento nel mondo del lavoro, mentre il 21 per cento si è iscritto al liceo. Un insieme di dati tutti da studiare attentamente. Le conclusioni le lasciamo ai lettori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *