In 604 a Vivicittà

Dalle famiglie con i pargoli in passeggino fino ai podisti più “maturi”. L’edizione numero 23 di “Vivicittà” a Gorizia ha confermato di essere un appuntamento aperto a partecipanti di tutte le età. Partita ieri mattina dal piazzale della stazione Transalpina, in contemporanea con altre 42 città italiane, la manifestazione non competitiva ha raggiunto quota 604 partecipanti, anche grazie al sole che ha generosamente baciato la domenica nella nostra città. Aspetto ancora più particolare, anzi unico, dell’edizione goriziana di “Vivicittà” è il suo valore transfrontaliero. Oltre ad accogliere un discreto numero di partecipanti dalla vicina Slovenia, la manifestazione propone ai partecipanti un tracciato a cavallo tra Gorizia e Nova Gorica, peculiarità che nessun’altra gara del circuito può vantare. Tre le lunghezze di percorso proposte ai partecipanti, una lunga per i podisti sui 12 chilometri, una intermedia da 6 chilometri per passeggiatori e amanti del nordic walking, e una breve da 3 chilometri pensata in particolare per le famiglie. Prima del “via” c’è stato anche il tempo per aprire sulla Transalpina la schermata della diretta Facebook ospitata dalla pagina nazionale della Uisp. Lungo il percorso, la fatica dei partecipanti è stata sostenuta dalle note della società filarmonica Kras di Doberdò del Lago, della banda città di Cormons, dal tenore Fabian Falcomer, dal gruppo vocale giovanile Anakrousis e dalla fisarmonica di Paolo Forte. «È stata una gran bella giornata» il commento del presidente del comitato territoriale della Uisp di Gorizia, Mario Graziutti, «il numero dei partecipanti è stato elevato e tutti hanno dimostrato il loro entusiasmo. Tutto ha funzionato alla perfezione». Macchina oleata, quella della Uisp e di “Vivicittà”, che per l’occasione si è posta anche un obiettivo solidale. Uisp infatti sostiene il progetto di “Terre des Hommes” che si occupa di aiutare i bambini nei campi profughi, supportando l’organizzazione di attività sportive per ritagliare alcuni momenti di serenità nelle loro giornate. Il comitato territoriale della Uisp ora è atteso dall’appuntamento con “My sport is Franja. La mia bici, la mia cultura, il mio Collio”, pedalata ciclo-turistica tra le strade del Collio italiano e sloveno in calendario il prossimo 7 maggio con partenza e arrivo a Cormons. Attesa la partecipazione di ciclisti da tutta Europa. Per iscriversi è sufficiente inviare una email con i propri dati all’indirizzo gorizia@uisp.it.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Le opinioni dei lettori su "In 604 a Vivicittà"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *