In 3mila sul Lussari

Il Santuario Mariano sul Monte Lussari.
Il Santuario Mariano sul Monte Lussari.
Sono stati tremila i fedeli che hanno raggiunto il Santuario del Monte Lussari per il tradizionale pellegrinaggio dei tre popoli.
Quello del Lussari è un pellegrinaggio dalla storia secolare (i primi avvenivano già nel sedicesimo secolo) e dall’alto valore simbolico. Posto al confine tra Italia, Austria e Slovenia, il monte e il suo Santuario sono diventati con il passare del tempo il luogo d’incontro dei tre popoli che si affacciano sul confine. Tutt’ora il Santuario è la meta principale dei pellegrini sloveni.
Il pellegrinaggio di quest’anno ha evidenziato più che mai il bisogno di vera unità tra i popoli europei, una preghiera che i fedeli italiani, sloveni e austriaci innalzano alla Vergine da 30 anni.
La celebrazione di quest’anno è stata presieduta da Bruno Mazzoccato, Arcivescovo di Udine, da Alois Schwarz, Arcivescovo di Klagenfurt, e da Anton Stres, Arcivescovo di Lubiana, alla presenza dei pastori di Capodistria, di Celije e dell’Arcivescovo emerito di Udine, Pietro Brollo. Monsignor Mazzoccato ha annunciato che il Lussari, d’ora in poi, sarà meta del pellegrinaggio dei tre popoli ogni tre anni, proprio per il suo enorme valore simbolico. Un cambio radicale rispetto al passato, poiché negli ultimi decenni il pellegrinaggio si è svolto a rotazione presso le tre diocesi confinarie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *