Imu, a breve il saldo

Si avvicina la scadenza per il versamento della seconda rata, per chi avesse scelto questa opzione, dell’Imu, la nuova tassa sugli immobili. A Gorizia, le aliquote restano quelle di giugno, vale a dire il 4 per mille sulle prime case e il 7,6 sulle seconde, così come dettate dalla normativa nazionale.
La ferma volontà dell’esecutivo comunale è quella di mantenere il più a lungo possibile inalterate le aliquote, sfruttando, qualora fosse possibile, anche eventuali possibilità per riuscire a ridurle. In questo caso, come precisa l’assessore alle finanze del Comune, Guido Germano Pettarin, sarà determinante la capacità di mantenere in equilibrio il bilancio comunale.
Gorizia è poi, assieme a Pordenone, il capoluogo con le aliquote Imu più basse. Trieste ha sì abbassato al 3,9 per mille le prime case, alzando però le seconde al 9,7, come Udine che però le ha alzate all’8,6, lasciando inalterate le prime.
Per la giunta di Gorizia è un impegno importante, soprattutto alla luce della cancellazione dell’addizionale Irpef, un esempio di buona amministrazione, purtroppo ancora molto raro.
Ricordiamo infine che i termini per il pagamento della seconda rata scadono il 17 settembre, mentre per chi ha preferito il versamento in due soluzioni, la scadenza resta quella del 17 dicembre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *