Il Tiepolo… al naturale

L’arte, soprattutto quella custodita dai musei, è un bene prezioso che va mantenuto in condizioni ottimali, e sappiamo che per ottemperare a ciò vengono utilizzate luci artificiali. Luci che, seppur di altissima tecnologia, non rispecchiano a pieno ciò che è possibile invece notare e osservare con la luce naturale. Il museo diocesano di Udine ha deciso di aprire le porte della sua prestigiosa sede, per inaugurare la Galleria degli Ospiti a luce naturale, intitolandola “La luce e i colori nei cieli del Tiepolo”. Per l’occasione la sede, che fin dall’ apertura del museo nel 1995 era godibile solamente a luce artificiale, è stata riportata alla sua condizione originaria di illuminazione. La Galleria ospita un affresco realizzato tra il 1727 ed il 1729 dal giovane Giambattista Tiepolo che, in quell’ opera di oltre 240 mq, creò un progetto narrativo tratto dalle storie degli antichi patriarchi Abramo, Isacco e Giacobbe. Inoltre il progetto, finanziato dalla Regione ha preso in considerazione anche l’aspetto ecocompatibile per riportare la luce naturale, sostituendo le lampade alogene precedenti con apparecchi LED. Un luogo estremamente ricco di testimonianze artistiche, visitabile dal lunedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *