Il “Tesoretto” è stato speso bene

Il giorno 3 settembre presso la sala bianca del Comune di Gorizia il Sindaco Romoli, assieme agli assessori comunali al bilancio Pettarin,al commercio Gentile ed al verde pubblico Del Sordi, ha illustrato come verranno spesi i 2 milioni e 283.200 Euro dei 3,8 milioni circa riscontati, grazie ad un attenta analisi nelle pieghe del bilancio comunale, analisi, che non veniva realizzata da molti anni, con conseguente immobilizzazione di risorse.

Questi denari verranno destinati come richiesto dai quartieri in prevalenza per finanziare quelle opere pubbliche che, da troppo tempo attendevano i fondi per essere realizzate.
Nel capitolato di spesa troviamo come risorse distribuite allo stesso modo tra tutti, 220mila Euro destinati a manutenzione straordinaria del verde pubblico; che, ripartiti equamente tra i dieci quartieri per questa voce si sono visti consegnare 22mila Euro ciascuno; altra voce per la quale i quartieri hanno ricevuto la stessa somma è quella per l’illuminazione pubblica alla quale sono stati destinati 180mila Euro che ripartiti consistono in 18mila Euro pro quartiere; ultima, la voce manutenzione generale per 9mila Euro ciascuno.

Alcuni sono stati i commenti, non molti a dire il vero, da parte dei Presidenti di Quartiere presenti all’incontro tra i quali, forse il più significativo è stato quello del Presidente del quartiere Montesanto-Piazzutta Karlovini che, come sola voce fuori dal coro ha ringraziato il Sindaco Romoli e gli uffici grazie al cui lavoro si sono potuti recuperate queste rilevanti somma capaci di risolvere alcuni importanti problemi che gravavano sulla qualità e vivibilità dei quartieri stessi.
Gli altri Presidenti incarnando pienamente lo stereotipo del goriziano doc si sono lamentati dell’aver ricevuto, solo, questi ulteriori fondi da sommarsi a quelli già destinati ai singoli quartieri appunto. Uno tra gli altri il Presidente del quartiere Sant’Andrea che ha puntualizzato stizzito sull’esiguità dei fondi per la sistemazione della palestra, ad esempio, asserendo che, le somme stanziate nel bilancio previsionale fossero superiori. Il Sindaco giustamente gli rispose puntualizzando che il previsionale è appunto tale, una previsione di destinazione di fondi, qualora i fondi siano reperiti; al contrario i soldi destinati per i vari interventi sono, questa volta, soldi disponibili a pronta cassa come si suol dire. Ma si sa è sempre facile lamentarsi del buon lavoro degli altri, forse per invidia?

Questa volta l’amministrazione comunale e, specialmente il Sindaco Romoli hanno fatto un ottimo lavoro recuperando fondi, già presenti nel bilancio ma di fatto impossibili da utilizzare lì dov’erano.

Questa volta si può ben dire, il tesoretto è stato speso bene.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *