Il Pd sui quartieri, «vietato perdere tempo»

Giuseppina Cibej.
«Perché Romoli e Gentile non hanno ascoltato le nostre proposte? Non saremmo mai giunti a questo punto». È arrabbiata Giuseppina Cibej, presidente di Montesanto-Piazzutta nello scorso mandato e leader dei consiglieri circoscrizionali del Pd: «il vicesindaco Gentile è stato incapace di condurre in porto una proposta ragionevole e condivisa sulla riorganizzazione dei quartieri, ed ora rischia di chiuderli tutti per la sua incompetenza. Ma non dobbiamo bloccarci di fronte a questo fallimento: ho incaricato il capogruppo del Pd, Federico Portelli, di affrontare direttamente la questione in consiglio comunale e di risolverla prima delle amministrative di primavera».
Per Giuseppina Cibej «il ruolo di “antenne del territorio” svolto dai quartieri è tanto più urgente proprio in tempi di crisi. Bisogna essere più vicini alle persone, creare occasioni di aggregazione e risolvere i tanti problemi ignorati dalla “grande politica”. Ogni euro affidato ai quartieri ne frutta dieci in promozione sociale ed attività», ricorda l’ex presidente di Montesanto.
Per quanto riguarda l’accorpamento da 10 a 4 degli attuali consigli circoscrizionali, Cibej rileva che «la giunta Romoli ha proposto di salvare il quartiere Centro Cittadino così com’è, penalizzando tutti gli altri. Ma è assurdo: stiamo parlando di “decentramento”, cioè, per chi capisce l’italiano, di “uscire dal centro”, ovvero occuparsi di quelle periferie abbandonate a se stesse dall’incuria di Romoli. Ma il sindaco in questi anni ha deciso di accentrare tutto il potere su di sé, penalizzando i quartieri e lo stesso consiglio comunale, ed è ovvio che siano tutti insorti, compresi colleghi di centro-destra. Le nostre proposte sono già note da anni – evidenzia –, ma ora Romoli e Gentile giocano l’ultima carta, quella del ricatto e della minaccia di sopprimere ogni forma di partecipazione che sfugga al loro controllo. Per questo deve intervenire immediatamente il consiglio comunale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *