Il Gect assume

Prime assunzioni per il gruppo di cooperazione territoriale di Gorizia, Nova Gorica e San Pietro. Sul sito del Gect e su quello del comune di Gorizia è comparso l’avviso pubblico per la formazione di cinque graduatorie finalizzate all’assunzione a tempo determinato dei primi dipendenti dell’ente transfrontaliero. Le cinque persone selezionate attraverso la procedura pubblica dovrebbero sottoscrivere il contratto con il Gect entro il mese di maggio, per una durata contrattuale prevista pari a 36 mesi. «In passato abbiamo già attivato alcune collaborazioni esterne, ma in questo caso si tratta in assoluto della prima procedura per l’assunzione di personale dipendente» ha spiegato la direttrice del Gect Go, Sandra Sodini, «i professionisti che cerchiamo saranno impiegati nei due progetti strategici sulla valorizzazione ambientale e turistica dell’Isonzo e sulla sanità transfrontaliera, oltre al progetto finanziato da Interreg Europe sulle ciclabili, che proprio questa settimana ci porterà in missione ad Amsterdam, il cui ateneo è partner tecnico del progetto. L’obiettivo è quello di diffondere le migliori pratiche sull’utilizzo delle piste ciclabili e sui metodi migliori per realizzarle e integrarle nel contesto urbano». Nel dettaglio, il Gect è alla ricerca di un funzionario coordinatore per progetti europei, un funzionario tecnico, un funzionario amministrativo per progetti europei, un funzionario per la promozione e la comunicazione, e un istruttore amministrativo contabile. I candidati dovranno rispettare una severa sequenza di requisiti, tra i quali una comprovata esperienza nel campo della progettazione e programmazione strategica europea, conoscenza delle procedure sugli appalti pubblici italiani o sloveni, e abilità nella stesura dei piani di marketing e comunicazione. Per tutte le posizioni, oltre alla conoscenza della lingua inglese, punti bonus saranno assegnati ai candidati che parlano entrambe le lingue del Gect Go, italiano e sloveno. «Nel momento in cui firmeremo il contratto per ricevere i 10 milioni di euro dovremo strutturare internamente il Gect» ha aggiunto il vice sindaco di Gorizia, Roberto Sartori, «la selezione pubblica servirà a individuare figure professionali con determinati requisiti che andranno a formare il gruppo che si occuperà delle procedure dei progetti per l’Isonzo e la sanità transfrontaliera. Dopo questa prima fase valuteremo la necessità di reperire ulteriore personale». Domande di partecipazione, curricula e autocertificazioni richieste dal Gect dovranno essere presentate dai candidati entro le 12 del 12 aprile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *