Il fascino di Barbana

L’estate, nella nostra regione, è anche il tempo dei pellegrinaggi al santuario di Barbana. Eretto nel 582, il santuario oggi ospita una comunità di frati minori francescani. Si narra che le sue origini risalgano, come ha ricordato il vice presidente della Regione, Sergio Bolzonello, alla fine del sesto secolo, quando una violenta mareggiata minacciò la città di Grado. Un’immagine della Madonna, trasportata dalle acque, venne ritrovata sull’isola nei pressi delle capanne di due eremiti. Qui, il patriarca di Grado Elia fece erigere un sepolcro come ringraziamento alla Madonna per aver salvato la città. Dal 1237 il santuario è meta del grande pellegrinaggio del Perdon de Barbana, una processione di barche addobbate a festa per rinnovare l’antico voto mariano che avrebbe salvato l’isola dalla terribile epidemia di peste. Il pellegrinaggio è anticipato sull’isola dalle celebrazioni del Sabo Grando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *