Il cinema che ha narrato i giornali

Un fotogramma di "Fortapasc".
Raccontare il mestiere del giornalista attraverso le più abili menti del cinema. Questo è ciò che l’Assid, l’Associazione degli Studenti di Scienze Internazionali e Diplomatiche, si è posta come obiettivo e ha concretizzato con “Inchiostro e Pellicole”, una rassegna/cineforum di lungometraggi che trattano il tema del giornalismo e che sarà ospitata dal Punto Giovani di Gorizia dall’8 marzo al 26 aprile. Da Fortapasc (2008) a Quarto Potere (1941), i ragazzi del Sid si addentreranno nei meandri più bui e più sporchi di questo mestiere. «Abbiamo scelto questo tema perché è una passione comune a molti studenti del nostro corso» ha dichiarato uno degli organizzatori, Giovanni Cullot. «I film parlano di storie lontane nel tempo, non recenti. Abbiamo operato questa scelta perché per conoscere il giornalismo attuale è sempre bene capire il passato». Il primo film in programma, “Good Night and Good Luck”, verrà trasmesso l’8 marzo alle 19.45. La rassegna proseguirà con “Quarto Potere” (19 marzo, 19.45), “Ilaria Alpi: il più crudele dei giorni” (29 marzo, 19.45), “Fortapasc” (19 aprile, 19.45), per chiudersi sulle scene di “Tutti gli uomini del Presidente”, previsto per il 26 aprile alla stessa ora. L’Assid ha inoltre invitato a partecipare diversi professionisti del mondo del giornalismo, le cui testimonianze precederanno i film.
«La rassegna – ha sottolineato Cullot – si inserisce in un progetto più ampio che comprenderà diverse conferenze sul tema del giornalismo». Con attenzione, si attendono sviluppi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *