Il carbone del Friuli

Alla scoperta di un Friuli minerario. Di certo le nuove generazioni difficilmente sapranno che in Friuli c’erano miniere di carbone, se non quei pochi fortunati ai quali i loro nonni hanno raccontato di questo passato. Una memoria storica che verrà conservata, grazie al lavoro dell’associazione Pro Ovaro, che ha raccolto nel libro, “il carbone di Creta d’Oro, storia della miniera di Cludinico”, ricordi, accadimenti, storie di vita, punti di vista degli anziani protagonisti. I racconti narrano l’esperienza in miniera, la durezza del lavoro, la fatica e il rischio, il rumore e l’umiditá dei cunicoli, le procedure per evitare gli incidenti,le tecniche per l’innesco delle micce, ma anche i rapporti stretti con i compagni di turno, i momenti di socialitá all’interno del paese. La pubblicazione, frutto del lavoro condiviso con il Centro regionale di catalogazione e restauro dei beni culturali del Friuli Venezia Giulia, ha permesso di illustra la storia e le particolarità geologiche e ambientali dell’ex sito minerario nel Comune di Ovaro, in provincia di Udine. La storia dell’Azienda Carboni Italiani (A.Ca.I.) che venne liquidata e cesso di operare nel 1956. Un idea escursione all’interno della ex Miniera Creta d’Oro (facente parte assieme alla Vareton e Rio Malon dell’intero complesso minerario di Cludinico), che grazie a questo libro, permetterà a questa ed alle generazioni future, di poter conoscere un altro pezzo della storia della regione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *