Il campo di concentramento sarà a Sant’Anna

Sarà allestito nell’area della sagra di Sant’Anna un ritrovo per le persone che, domenica mattina, saranno evacuate da Sant’Andrea a causa della rimozione e del brillamento della bomba rinvenuta durante i lavori al raccordo Gorizia-Villesse. Lo ha comunicato l’assessore al welfare, Silvana Zamparo, durante l’incontro di coordinamento delle operazioni avvenuto questa mattina in Prefettura. Nel corso della riunione, alla quale erano presenti, fra gli altri, i rappresentanti delle forze dell’ordine, del Terzo Genio Guastatori di Udine che fa capo alla Brigata Pozzuolo, delle aziende di servizi, dell’Azienda sanitaria, dell’Anas, della Protezione Civile, dell’Enac dell’Apt, delle Ferrovie, della Croce Verde e del Comune, sono stati esaminati tutti i dettagli dell’operazione e concordato orari e interventi da eseguire per garantire la massima sicurezza.
È stato confermato che lo sgombero partirà dalle 9, anche se, ovviamente, chi lo desiderà potrà allontanarsi anche prima dalla propria abitazione e dall’area interessata. Per chi non potrà farlo con i propri mezzi sarà messo a disposizione un bus navetta dell’Apt che si fermerà, per la raccolta delle persone, nella piazza di Sant’Andrea.
Come detto, chiunque potrà fermarsi ad attendere la conclusione delle operazioni nell’area della sagra di Sant’Anna dove il Comune ha previsto anche un servizio gratuito di ristorazione e di intrattenimento.
In caso di maltempo ci si trasferirà al Centro sociale Polivalente, che sarà aperto in ogni caso, mentre le persone che hanno problemi di carattere socio assistenziale e sanitario saranno trasferite, a seconda delle problematiche, nella casa di riposo “Culot” o nella residenza protetta di Cormons.
Per quanto riguarda la viabilità, saranno chiuse tutte le strade di accesso all’area.
Durante l’incontro in Prefettura è stato anche chiarito che è consigliabile ma non obbligatorio aprire le ante vetrate di porte e finestre e, inoltre, è stato assicurato che ci sarà un servizio di vigilanza da parte delle forze dell’ordine per scoraggiare eventuali malintenzionati che volesse approfittare della situazione per “alleggerire” le case vuote.
Il Comune, intanto, sta provvedendo a distribuire volantini informativi nelle case delle famiglie interessate dalle sgombero, in cui sono riportati i numeri da contattare per chiedere informazioni, collegati alla Protezione civile comunale (0481/383383, dalle 9 alle 13) e alla Centrale operativa della Polizia Locale (0481/383206, dalle 8 alle 20).

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *