I Popolari diffidano il Pdl
È protesta sul nome della lista

Popolo Goriziano
L'ultimo numero del Popolo Goriziano
Dalle pagine online del Circolo Camillo Medeot arriva la diffida indirizzata al Pdl, che alle prossime comunali sosterrà il sindaco uscente, Ettore Romoli. La lista azzurra è stata di recente ribattezzata “Il Popolo di Gorizia”, denominazione che può portare gli elettori alla confusione, secondo quanto affermato da Carlo Rojic, presidente del Circolo Medeot, poiché richiama, secondo Rojic in maniera troppo evidente, alla testata registrata nel 2004 ed edita dal Circolo stesso, erede politica del Partito Popolare Italiano a Gorizia. «La scarsa fantasia ha giocato un brutto scherzo agli uomini di Romoli» attacca Rojic, il cui Circolo ha già dato mandato ad alcuni legali per «tutelarsi e diffidare Romoli e il Pdl di Gorizia dall’usare la denominazione “Il Popolo di Gorizia”».
L’accordo con la Lega non è stato dunque l’ultimo ostacolo alla corsa elettorale di Romoli, che, dice Rojic, «se vuole presentare la lista deve ritirare immediatamente questo simbolo e scegliersi un’altra denominazione che non susciti confusione».
«Proprio per evitare abusi – evidenzia Rojic – il Partito Popolare non è stato sciolto come entità giuridica e spesso è stato chiamato a difendere a livello nazionale e locale nomi e simboli da un uso illecito. Ma qui si è passato il segno, adottando per una lista, che di civica non ha proprio nulla, il nome della nostra testata politica».

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *