I gradesi dicono ancora “no”

Non si farà nessun referendum. È stata respinta al mittente la proposta avanzata ieri mattina durante il consiglio comunale di Grado, ancora una volta ad alta tensione (stavolta addirittura blindato grazie a un considerevole dispiegamento di forze dell’ordine) a causa del tema scottante dell’accoglienza di 18 richiedenti asilo nella frazione di Fossalon. Più di trecento persone si sono radunate davanti al Municipio per ribadire il proprio “no” all’accoglienza, mentre in aula il dibattito si affossava proprio in seguito alla richiesta di indire un referendum, avanzata dai banchi dell’opposizione. Le attese della vigilia erano anche dovute all’invito a partecipare alla manifestazione che era stato rivolto anche ai bambini. Di bimbi, però, non se ne sono visti. Nel frattempo, sul tema è intervenuta anche Annapaola Porzio, commissario di governo in Fvg, che ha precisato al quotidiano “Il Piccolo” che «i migranti che Fossalon ospiterà non provengono dal Cara di Gradisca». Una novità. Ma allora, da dove saranno trasferiti?

© RIPRODUZIONE RISERVATA



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *